Image 03 Image 03 Image 03

UN PAREGGIO TRA GIOIA E RABBIA

18 gennaio 2015
UN PAREGGIO TRA GIOIA E RABBIA

Belluno, 18/01/2015 – L’Ital-lenti Belluno esce dal Polisportivo tra un mix di emozioni, gioia e rabbia, per il pareggio ottenuto oggi contro il Tamai. La squadra di mister Vecchiato aveva infatti chiuso il primo tempo sotto di due reti, ma nella ripresa il Cobra era riuscito a riequilibrare il punteggio con una doppietta (13 gol stagionali) e addirittura al 90′ aveva siglato di testa il gol vittoria, annullato però per una sospetta posizione di fuorigioco, proprio del bomber gialloblù.
Per la partita odierna la squadra era scesa in campo con le nuove maglie celebrative per i 110 anni di storia della società. Mister Vecchiato a inizio gara ripropone Stefano Mosca sull’out di sinistra, al posto dello squalificato Pellicanò, con Miniati che inizialmente parte dalla panchina.  L’Ital-lenti Belluno come di consueto fa la partita, con il Tamai però che subito da la sensazione di poter essere pericoloso in contropiede. Al 20′ arriva il vantaggio dei friulani con Furlan, bravo ad approfittare di una corta respinta in area di Solagna e concludere in rete. Passano solo 15 minuti e il Tamai trova il raddoppio con un tiro sul primo palo di Sellan, che chiude un perfetto contropiede della squadra ospite. Sotto di due reti alla fine del primo tempo, i gialloblù si ripresentano nella ripresa però determinati e convinti a ribaltare la situazione. Corbanese al 55′ riesce ad accorciare le distanze su calcio di rigore, concesso per un fallo su Posocco, che comunque era riuscito a spingere la palla in rete nonostante il fallo dell’ex Brustolon. Passano solo cinque minuti e l’Ital-lenti Belluno completa la rimonta, grazie ancora al capitano gialloblù che appostato sul secondo palo insacca un preciso cross dalla destra di Duravia. I ragazzi di mister Vecchiato vogliono i tre punti e continuano ad attaccare nonostante l’espulsione di Sommacal al 75′. Cinque minuti più tardi l’arbitro allontana dal campo anche Brustolon e le due squadre chiudono il match in 10 contro 10.  Al 90′ Corbanese realizza di testa la sua terza rete odierna, ma l’arbitro annulla per una sospetta posizione di Fuorigioco del bomber gialloblù. Rimane un po’ di rammarico quindi per essere andati vicinissimi all’impresa, ma mister Vecchiato può essere fiero della sua squadra e del pareggio conquistato in rimonta. Domenica prossima l’Ital-lenti Belluno andrà in Trentino per affrontare il Mezzocorona.
La cronaca completa della partita è disponibile al seguente link: http://www.acbelluno1905.it/dirette/2015/01/18/diretta-ital-lenti-belluno-tamai/
Lunedì sera, dalle ore 21, il Presidente Livio Gallio sarà ospite della trasmissione “Tutti in campo” su TV7 Triveneta, canale 12 del Digitale Terrestre.

 

VOCI DAGLI SPOGLIATOI

Roberto Vecchiato: “Andare sotto di due reti, in maniera un po’ inspiegabile e poi riuscire a riequilibrare il risultato nella ripresa è stata sicuramente una grande dimostrazione di forza,” dichiara il mister gialloblù. “Devo fare i complimenti ai ragazzi perché nel secondo tempo non era facile giocare con tranquillità, sapendo di dover recuperare due reti ma siamo stati bravi a non farci prendere dalla frenesia. I nostri sforzi sono stati poi premiati dalla doppietta del Cobra e quasi riuscivamo a vincerla questa gara, con il terzo gol che ci è stato annullato proprio al 90′. Sapevamo che il Tamai era una squadra che si difendeva bene e che ripartiva in velocità ed è giusto anche fare i complimenti ai nostri avversari per la partita che hanno disputato. In settimana cercheremo di recuperare le forze, perché il campo era molto pesante e poi laveremo sodo per preparare nel migliore dei modi la sfida di domenica contro il Mezzocorona.”

Simone Corbanese: “Recuperare partite di questo tipo è importante, soprattutto per il morale e dimostra il carattere di questa squadra,” dichiara il bomber gialloblù. “Il primo tempo si è chiuso sul 2-0 per i nostri avversari non avevamo disputato una gara sottotono, anzi, avevamo iniziato bene, mantenendo il pallino del gioco. Sono felice che questa doppietta abbia permesso alla squadra di portare a casa almeno un punto, anche se preferirei sempre che i miei gol servissero a ottenere i tre punti in palio. Rispetto al gara contro il Mori S. Stefano, nonostante il risultato sia lo stesso, abbiamo fatto dei notevoli passi in avanti e dobbiamo perciò continuare su questa strada.”

Ivan Merli Sala: “Il pallino del gioco lo abbiamo sempre tenuto in mano noi, ma nonostante questo siamo andati sotto di due reti,” dichiara il difensore gialloblù. “Il Tamai è una squadra attrezzata per stare nelle prime posizioni e oggi lo ha dimostrato, anche se nel finale il gol di Corbanese poteva addirittura regalarci i tre punti, dopo una rimonta straordinaria. Sappiamo bene che nel girone di ritorno le partite sono molto più combattute e tirate perché ogni squadra ha bisogno di punti per raggiungere i rispettivi obiettivi. Ora è importante rimanere tranquilli, il nostro girone di ritorno non è forse iniziato come speravamo ma abbiamo tutto il tempo per recuperare i punti persi per strada.”

 

 

 

 

Marcatori: 20’ Furlan Federico, 35’ Sellan, 55’ Corbanese (R), 60’ Corbanese

Ital-Lenti Belluno: 1. Solagna, 2. Pascosta, 3. Mosca (86’ 16. Radrezza), 4. Masoch (82’ 15. Miniati), 5. Sommacal, 6. Merli Sala, 7. Posocco (93’ 13. Paganin), 8. Bertagno, 9. Corbanese, 10. D’Incà, 11. Duravia
A disposizione: 12. Schincariol, 14. Di Bari, 17. Canova, 18. Ruocco
Allenatore: Roberto Vecchiato

Tamai: 1. Peresson, 2. Petris, 3. Dal Bianco, 4. Brustolon, 5. Furlan D. 6. Faloppa, 7. Pavan, 8. Bozzetto, 9. Sellan, 10. Zambon (82’ 13. Colombera), 11. Furlan
A disposizione: 12. Francescutti, 14. Ursella, 15. Bertoia, 16. Tuan, 17. Kryeziu, 18. Bolzon
Allenatore: Stefano De Agostini

Arbitro: Alberto Santoro
1°Assistente: Nicola Vettori
2°Assistente: Filippo Faggian

Ammoniti: Sommacal, Merli Sala, Brustolon, Peresson, Petris
Espulsi:
Sommacal e Brustolon entrambi per doppia ammonizione
Recupero: 1’, 4’