Image 03 Image 03 Image 03

IL RITORNO DI ANDREA RADREZZA

3 gennaio 2015
IL RITORNO DI ANDREA RADREZZA

Belluno, 03/01/2015 – Un sabato di lavoro per l’Ital-lenti Belluno, che si è ritrovata anche questa mattina per disputare l’ultimo allenamento in vista della sfida di domani contro il Montebelluna. Mister Vecchiato in settimana ha dovuto fare i conti con l’assenza di Posocco, bloccato da un attacco influenzale ma il giocatore sarà comunque a disposizione del tecnico domani. La sfida contro il Montebelluna segna anche il ritorno di Andrea Radrezza, dopo quasi undici mesi dalla sua ultima partita ufficiale.

Roberto Vecchiato: “Iniziare questo 2015 con una vittoria sarebbe davvero importante, soprattutto per dimenticare in fretta il brutto ko subito nell’ultimo turno contro l’Union Pro,” dichiara il mister gialloblù. “In queste due settimane abbiamo lavorato molto e i ragazzi sono pronti a tornare subito in campo. Il Montebelluna è una squadra formata da un collettivo che gioca insieme da qualche anno, proprio come noi e gli ottimi risultati che stanno ottenendo non sono di certo una sorpresa. Dobbiamo perciò prestare molta attenzione, anche perché partite semplici non ce ne sono in questo campionato, come hanno dimostrato anche alcuni risultati nell’ultimo turno del 2014. Radrezza è ormai ristabilito dal suo infortunio e quindi lo porterò in panchina, anche se ci vorrà ancora un po’ di pazienza prima che raggiunga la forma fisica ottimale.”

Andrea Radrezza: “Per me domani non sarà di certo una domenica come tutte le altre ma sarà un nuovo inizio,” dichiara il capitano gialloblù. “Aspettavo da tanti mesi questo momento e finalmente è arrivato. Ho passato momenti molto difficili, dove ho pensato che non sarei mai riuscito a tornare in campo Grazie all’aiuto di tutti però, della mia famiglia in primis, ma anche della società, dello staff tecnico, dei miei compagni di squadra e dello staff medico, sono riuscito a ristabilirmi e domani sarò di nuovo nello spogliatoio a vivere l’atmosfera pre-partita. Starà poi al mister decidere quando e se impiegarmi, per me è già importante essere riuscito a recuperare dal grave infortunio ed essere tornato a giocare. La condizione fisica non è ancora al 100% ma con il duro lavoro nelle prossime settimane spero di tornare presto protagonista.”