Image 03 Image 03 Image 03

MISTER VECCHIATO: TRA RICORDI E IMMINENTE FUTURO

11 luglio 2014
MISTER VECCHIATO: TRA RICORDI E IMMINENTE FUTURO

Belluno, 11/07/2014 – L’estate tarda ad entrare nella sua fase più calda e le nuvole e la pioggia purtroppo sembrano non volersene andare.
Ma la stagione 2014-2015 è ormai alle porte. Sono trascorsi esattamente due mesi dalla sfortunata gara play-off contro la Sacilese, che ha visto l’A.C. Belluno 1905 uscire sconfitto per 1-0, in un match per lunghi tratti in mano ai ragazzi di mister Vecchiato. Proprio con l’allenatore gialloblù, che si sta godendo gli ultimi giorni di vacanza nella sua casa di Rovereto, abbiamo fatto il punto della situazione sulla nuova stagione ma anche un’analisi sul suo primo campionato nel nuovo ruolo di mister.

“Mi sto godendo questi ultimi giorni di vacanza con la mia famiglia prima di iniziare una nuova grande stagione in gialloblu,” dichiara mister Vecchiato. “La società e il Direttore Fardin stanno costruendo anche quest’anno una rosa di qualità e sono contento del nuovi giocatori, oltre naturalmente alla conferma di gran parte del gruppo dello scorso anno. Sappiamo tutti che la settimana decisiva per il mercato sarà la prossima, visto che le società professionistiche decideranno quali ragazzi della Primavera mettere sotto contratto e di conseguenza poi noi faremo le nostre valutazioni. Dalla stagione che inizierà fra circa dieci giorni mi aspetto molto e l’entusiasmo che ho nell’affrontare questa nuova sfida è lo stesso dello scorso anno, quando oltre alla felicità per il nuovo ruolo da allenatore si accompagnava sicuramente un po’ di tensione. Le sensazioni sono di conseguenza diverse, anche perché ho un anno di esperienza in più rispetto a dodici mesi fa. Nel mio primo anno qui a Belluno ho sicuramente dei ricordi fantastici, che mi capita di rimembrare spesso ma soprattutto tendo a focalizzarmi sulla crescita costante che abbiamo avuto nell’arco della stagione, sia sotto il profilo del gioco ma soprattutto della mentalità, dimostrando di potercela giocare con tutti, anche contro squadroni che avevano investito forte sul mercato. In questi ultimi giorni di riposo mi godrò mio figlio e la mia famiglia per arrivare poi all’appuntamento del 22 luglio al 100% della condizione. Del resto, anche un mister deve sempre tenersi allenato.”