Image 03 Image 03 Image 03

DOMANI AL POLISPORTIVO LA PARTITA DELLA STORIA

15 novembre 2013
DOMANI AL POLISPORTIVO LA PARTITA DELLA STORIA

Belluno, 15/11/2013 – Mancano ormai meno di 24 ore al primo derby della storia in un campionato di Serie D. Da una parte la squadra di mister Vecchiato cercherà di riscattare l’immeritata sconfitta subita una settimana fa contro il Marano ma troverà sulla sua strada una formazione che vorrà riprendersi i punti che il giudice sportivo gli ha tolto in questi giorni. Una partita difficile per l’A.C. Belluno 1905 che potrà però finalmente riabbracciare, almeno dalla panchina, due pedine fondamentali dello scacchiere gialloblu. Andrea Radrezza e Elia Pitteri saranno tra i 20 giocatori in lista, anche se naturalmente non sono ancora al 100% della condizione. Mister Vecchiato quindi deve rinunciare solamente a Stefano Longo, mentre tutti gli altri ragazzi sono a disposizione.
Ormai da inizio stagione, durante le partite casalinghe della squadra gialloblu, la società ospita un’associazione benefica della Provincia e domani avrà l’onore di ospitare il Comitato Pollicino Onlus, da anni impegnato in Romania, dove ha realizzato e gestisce una struttura per bambini affetti da diverse forme di disabilità fisica e psichica, ma anche bambini in grave disagio sociale e familiare.

 

Roberto Vecchiato: “Il derby è sempre un derby e quindi è naturale che si aspetti questa partita in modo un pò diverso. Sappiamo bene però che ogni gara vale tre punti e da parte nostra cercheremo di partire forte per mettergli subito in difficoltà. Sbloccare la partita nei minuti iniziali potrebbe essere decisivo, anche perchè credo che loro si difenderanno con ordine come è avvenuto nella partita di Coppa Italia. La mia squadra sta bene e piano piano stiamo recuperando alcuni giocatori importanti per noi come Radrezza e Pitteri. Spero che domani sia un bella partita per tutti coloro che si recheranno al Polisportivo, naturalmente con la speranza che alla fine dei 90′ i vincitori saremo noi,” dichiara il mister gialloblu.