Image 03 Image 03 Image 03

INTERVISTA AL NEO PRESIDENTE GIALLOBLU LIVIO GALLIO

23 maggio 2013
INTERVISTA AL NEO PRESIDENTE GIALLOBLU LIVIO GALLIO

Belluno, 23/05/2013 – La scorsa settimana l’A.C. Belluno 1905 ha ufficializzato Livio Gallio come nuovo presidente della squadra gialloblu. Ecco le sue prime considerazione dopo la nomina.

 

Cosa ti ha spinto ad accettare il ruolo di presidente??

Il Presidente Carbonari e tutto il consiglio hanno proposto la mia candidatura e questa è stata per me una grande soddisfazione. Ho voluto ponderare bene questa scelta vista la grande responsabilità che questa carica comporta. Sarà necessario che , oltre ai vice-presidenti Carbonari e Perissinotto, tutto il Consiglio operi in modo coeso e dinamico.

La presidenza Carbobari ha ottenuto ottimi risultati, continuità o cambiamento?
Premesso che la precedente presidenza ha ottenuto dei risultati davvero importanti, come ho già avuto modo di dire la mia presidenza rappresenterà nel modo più assoluto una continuità con la precedente.

Il tuo successore come Direttore Generale è Lorenzo Cresta , cosa ne pensi?

In premessa è opportuno dire che io ero un DG anomalo in quanto poco presente a causa dei molti impegni professionali. Io e tutto il Consiglio abbiamo ritenuto indispensabile che ci fosse una persona che si occupasse a tempo pieno della struttura organizzativa della società e crediamo che Lorenzo Cresta sia la persona più autorevole per questo ruolo, visto anche il pregevole lavoro fatto come Responsabile del Settore Giovanile.
L’argomento Settore Giovanile, che ritengo fondamentale per una società come la nostra, meriterà uno specifico futuro approfondimento.

Come direttore Sportivo è stato scelto Augusto Fardin.

Augusto Fardin è un personaggio di spicco che metterà a disposizione dell’A.C. Belluno 1905 la sua esperienza, la sua personalità e la sua umanità. Diventerà un punto di riferimento per tutto il settore tecnico della prima squadra e collaborerà strettamente con gli allenatori.

Quale sarà il futuro di Mister Raschi?

Mentre Cresta e Fardin sono già dei punti fermi, nel senso che abbiamo già trovato l’accordo per la collaborazione nella prossima stagione, con Raschi siamo ancora in una fase di dialogo.
Ritengo ci sia la volontà da ambo le parti di sottoscrivere l’accordo e penso che in breve tempo potremo ufficializzare la sua conferma.

La situazione economica italiana è difficile. Quale sarà la linea societaria?

Credo sia più opportuno parlare di progetti e programmi futuri: cercherò di sintetizzare il pensiero mio e del consiglio.
Non possiamo fare a finta che la crisi globale tocchi tutti i settori e non il mondo del calcio.
Le aziende sono in crisi, i dipendenti spesso in cassa integrazione e a volte da mesi non percepiscono lo stipendio. E stiamo parlando di vita vera, non virtuale. Come non ritenere necessario un ridimensionamento anche in quell’isola felice che era il mondo del calcio.
L’A.C. Belluno 1905 ha come priorità la volontà di continuare a dimostrare correttezza e onestà nei confronti di tutti i suoi interlocutori e per mantenere gli impegni che prenderemo ritengo sia necessario rimanere con i piedi ben ancorati per terra e sostenere esclusivamente le spese che riterremo sostenibili.
Obiettivi?? Naturalmente conquistare una salvezza tranquilla, cercando sempre di contraddistinguerci per lealtà e correttezza.
Chi si sentirà di condividere con noi questo progetto condividerà con noi anche questa stimolante sfida.
Il concetto è: porte aperte per tutti in ambo le direzioni.
In uscita per chi non ci sta, sempre senza rancore, ma lasciandoci partendo dal presupposto che ognuno nella vita è libero di effettuare le proprie scelte in libertà assoluta.
In entrata per tutti coloro che avranno voglia di darci una mano, sia economicamente ma anche dedicandoci un pò del loro tempo, perchè credono in questo progetto e in queste persone.