Image 03 Image 03 Image 03

A.C. BELLUNO 1905 SCONFITTO DI MISURA

1 novembre 2012
A.C. BELLUNO 1905 SCONFITTO DI MISURA

Belluno, 01/11/2012 – Sconfitta casalinga per l’A.C. Belluno 1905 contro il San Donà Jesolo. La squadra veneziana deve ringraziare l’estremo difensore Tomei che ha salvato in diverse occasioni la propria squadra. La partita si è conclusa 2-1 per il San Donà Jesolo, ma forse il risultato più giusto era il pareggio. Match con poche emozioni nel primo tempo. Al 19’ però il San Donà passa in vantaggio. Calcio d’angolo di Buratto al centro dell’area dove Marchesan è bravo ad insaccare di testa alla sinistra di Rossetto. Il Belluno fatica a creare occasioni da gol. La prima arriva con Ackon al 42’ con un tiro dal limite che non impensierisce Tomei. Al 46’ è Masoch ad impegnare l’estremo difensore ospite con un gran tiro dal limite ma Tomei si supera e devia il pallone. Il secondo tempo inizia con un brivido per la difesa gialloblu. De Filippo perde palla a metà campo e Baldrocco si invola verso la porta ma il suo tiro viene deviato con sicurezza da Rossetto. Al 56’ colpo di testa in area Bussi e la palla scheggia il palo alla sinistra del portiere gialloblu. Al 60’ punizione al limite per il Belluno; calcia Radrezza sopra la barriera ma Tomei è strepitoso e devia il pallone. Al 75’ arriva il raddoppio del San Donà Jesolo con Bussi che prova un gran tiro dal limite dell’area e la palla si insacca sotto la traversa. Al 82’ il Belluno accorcia le distanze con un rigore di Corbanese, concesso per una trattenuta allo stesso attaccante bellunese. All’88’ Padovan fa tutto benissimo e calcia a botta sicura da dentro l’area di rigore ma Tomei è strepitoso e con il piede riesce a deviare il pallone. Nei minuti di recupero il Belluno continua a spingere alla ricerca del pareggio ma il risultato non cambia. Seconda sconfitta consecutiva per la squadra gialloblu che domenica affronterà in trasferta il San Paolo PD.

 

Marcatori: 19’ pt Marchesan, 75’ st Bussi, 82’ st Corbanese (R)

A.C Belluno 1905: 1. Rossetto, 2. Brichese, 3. Gallonetto, 4. Acka, 5. Brustolon, 6. Sommacal, 7. Masoch (67’ st 16. Mosca) , 8. De Filippo (60’ st 18. Padovan), 9. Corbanese, 10. Radrezza, 11. Ackon (55’ st 15. Moretti)
A disposizione: 12. Solagna, 13. Reato, 14. Simonetti, 17. De Fina,
Allenatore: Roberto Raschi

San Donà Jesolo: 1. Tomei, 2. Tuniz, 3.Marchesan, 4. Malerba, 5. Zanette (65’ st 15. Busetto), 6. Cosner, 7. Buratto, 8. Casella, 9. Baldrocco (78’ st 18. Florean), 10. Casagrande (73’st 13. Colombera), 11. Bussi
A disposizione: 12. Smerghetto, 14. Bidogia, 16. Zanusso, 17. Iobbi,
Allenatore: Bruno Tedino.

Arbitro: Simone Sozza di Seregno
1°Assistente: Marco Rovelli di Monza
2°Assistente: Eugeni Stoilov di Milano

Ammoniti: Tuniz, Casagrande, Sommacal, Brustolon,Buratto
Recupero: 2’ pt, 4’ st

 

VOCI DAGLI SPOGLIATOI

Raschi: “Oggi avevamo diversi indisponibili e la formazione che ho messo in campo era l’unica possibile,” spiega il mister gialloblu. “Il loro portiere è stato il migliore in campo e ha salvato la sua squadra in diverse occasioni, soprattutto sul tiro a botta sicura di Padovan. Oggi alcuni giocatori hanno giocato sicuramente al di sotto delle loro capacità e mi aspetto da tutti qualcosa in più. Domenica andremo a San Paolo e spero di poter recuperare qualche infortunato.”

Mosca: “Sono contento di essere rientrato dopo parecchio tempo,”spiega il laterale agordino. “Purtroppo essendo stato fuori molto ho un autonomia solamente di una mezz’ora di gioco ma spero di poter recuperare presto la forma migliore. Il loro portiere è stato fondamentale per salvare il risultato e meritavamo almeno di pareggiarla questa partita.”

Padovan: “Il loro portiere ha salvato il risultato,” spiega Padovan. “Avevo visto che il portiere era sul secondo palo e ho cercato di sorprenderlo sul primo ma è stato bravissimo ad arrivarci con la punta del piede. Dispiace sicuramente uscire sconfitti da questa partita, avremmo meritato sicuramente il pareggio.”